Genere:

Freak folk
Rock psichedelico
Industrial
Ambient
Musica minimalista
Krautrock
Acid jazz
Noise music
Post atomic

1978–in attività

Label:

Atro.Fact. Netlabel – KlangGalerie (A)

Line up:

Dither Craf – Voce, chitarre, Organo, freak guitars, handmade weird instruments

Biografia

Dither Craf é un musicista, pittore e designer. fondatore della band romana Mushroom’s Patience.
Da studente forma la prima band “il deserto” nome deciso subito dopo aver eseguito un concerto e dopo aver visto con suo stupore svuotarsi la sala dai presenti a causa dell’assordante volume e dai muri di pesantissimi feedback eseguiti per più di un ora.
Qualche mese dopo si propone in un festival liceale nelle vesti di un giovane musicista tedesco di passaggio a Roma, Dieter Graf.
Con un Korg MS20 analogico e un cavo a massa inserito nell’amplificatore da vita a uno show devastante.
Nel febbraio del 1980 inizia a dipingere come testimonia la data della sua prima tela.
Nel 1981 entra a suonare la batteria con i Moon Park il gruppo teatropunk di Gervy Costa, lo storico mimo dei Mushroom’s Patience.
Durante il 1981 suona al Teatro Quirino a Roma per una serata di beneficienza organizzata dalla RAI con Pippo Baudo presentatore.
Nel 1982 diventa un componente di una cover band dedicata ai “Genesis” e si esibisce in occasioni di festival scolastici dei licei di Roma.
Sempre nello stesso anno esce come Dither Craf il suo primo nastro in 30 copie “Liquid Brain” di cui 8 copie vendute all’estero.
Nel 1983 forma i “Succhi Gastrici” una band “post punk” e sempre nello stesso anno da vita, con il compianto amico Edoardo Lucchetti scomparso prematuramente nel 1988, al “Gruppo Folk Urbano Sperimentale Divisionista” una combinazione di folk deviato definito da loro stessi “Folk Blues Post Atomico”.
Agli inizi del 1985 incontra i primi musicisti che daranno vita ai “Mushroom’s Patience”, band ancora attiva nel panorama musicale italiano e internazionale.
Nell’estate del 1989 con i Mushroom’s Patience partecipa alla terza edizione di Arezzo Wave alla Fortezza Medicea.
Sempre con i Mushroom’s Patience incide nove album ufficiali, uno dal vivo a Vienna e partecipa a diverse compilation.
Due nuovi album sono in lavorazione e usciranno nel 2013.
Agli inizi degli anni 2000 Dither Craf segue la direzione artistica dei primi due album degli Spiritual Front.
Nel 2005 ha esposto i suoi quadri a Vienna.
Oggi si propone come “Folk Singer Post Atomico” presentandosi al pubblico semplicemente come Dither Craf
La musica folk di Dither Craf trae ispirazioni dal folk/blues primitivo e si fonde con l’idea di “folk post
atomico”, strada che fu percorsa molti anni fa con Il Gruppo Folk Urbano Sperimentale Divisionista.

Discografia

• 2000 – Il bluff mediatico
• 2005 – Impossible music (tapes from 1980 recordings)
• 2005 – Is: IPM Industrial Popular Master
• 2006 – Georges Melies
• 2009 – The legend of Rufus Funk
• 2011 – The legend of Rufus Funk death
• 2011 – The resurrection of Mike the headless chicken
• 2012 – Soflty Amputees
• 2012 – A poet with no regrets
• 2012 – Railroad to nowhere

Compilation

• 2007 – Danza De La Vida – Rest In Peace, Again, Syntactic (Klanggalerie A)
[ 1 Andrew Liles In This Vegetable Glass Of Nature (3:22) / 2 Le Zappalot Erika Goes To Leopoldau (5:11) / 3 O Yuki Conjugate Madal (Circular 1) (7:01) / 4 Graf & Zyx Hey You (4:29) / 5 DBPIT Walterwaltz (4:11) / 6 Steven Wilson The Unquiet Grave (6:57) / 7 Jerzy Marczak Psiarnisko / Dog Field (3:02) / 8 Bain Wolfkind Underneath The Night (4:14) / 9 Werner Möbius Rosa (Remix) (5:41) / 10 Roedelius La Vie En Bleu (11:45) / 11 Dither Craf Saponette Friabili (6:29) / 12 DD Kern Whitecaps (4:48) / 13 Broken Penis Orchestra The Rape Of The Garden Maiden (2:18) / 14 Blaine L. Reininger Burnsday (4:28) ]

Video


Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: